Incontro pubblico su: “Sicurezza stradale e mobilità ciclistica”

Si è svolto nella giornata di mercoledì 22 settembre, nella sala del Consiglio comunale, il secondo della serie di incontri pubblici dedicati al tema della sicurezza stradale, previsti nel piano delle attività del Centro di Monitoraggio e Gestione, in particolare sul seguente argomento: “Sicurezza stradale e mobilità ciclistica urbana“. All’incontro hanno partecipato, in qualità di relatori,  Damiano Rossi, in rappresentanza di Polinomia, società milanese di ingengeria accredita nel settore della mobilità e dei trasporti che ha già collaborato con l’amministrazione comunale in materia di carsharing, Matteo Dondè, consulente del Comune di Reggio Emilia, forse il comune italiano con la  maggiore propensione dei cittadini all’uso della bicicletta; è intervenuto Pierluigi Sagazio, in rappresentanza dell’Associazione cittadina Pescarabici, con una breve comunicazione sullo stato delle piste ciclabili a Pescara, nonchè Alfredo D’Ercole, Assessore ai Lavori pubblici con un intervento dal titolo: “Le infrastrutture viarie ciclabili a sostegno della sicurezza stradale e della mobilità urbana”.

Nelle relazioni principali è stato messo in evidenza soprattutto il peso della cultura di quella mobilità che rende la città “gentile”. “Una città dominata dai comportamenti aggressivi, dalla velocità, dai sorpassi, dal non rispetto delle regole, dalle doppie file, dalla prepotenza” ha affermato Rossi “non potrà mai essere una città ciclabile sicura, per quanti chilometri di piste ciclabili si costruiscano“. Nel suo intervento Matteo Dondè ha sottolineato quanto sia necessario “lavorare all’interno di un piano di espansione delle piste ciclabili con il concetto della rete e della sicurezza; in zone 30 potrebbe anche essere superfluo fare piste ciclabili perchè la priorità di transito è sicuranente del ciclista“. A concludere i lavori è stato l’Assessore comunale  ai Lavori Pubblici, Alfredo D’Ercole, che, nel prendere atto delle sollecitazioni venute dagli interventi, ha sottolineato, anche per esperienza diretta personale, quanto la progettazione nel settore considerato sia particolarmnete evoluta;  basti guardare alle esperienze più avanzate per trarre più di uno spunto utile da applicare ai contesti locali. Per il senso di praticità con cui intende caratterizzare il suo mandato, ha rimarcato l’impegno dell’Amministrazione comunale a collegare quanto prima i tratti di piste ciclabili presenti in città, per razionalizzarne l’uso e per quindi cominciare a tracciare un primo livello di rete ciclabile cittadina che dovrà poi essere meglio sviluppato con una pianificazione in grado di tener conto delle esigenze di tutti gli utenti della strada.

Lascia un Commento