Archivi per la categoria ‘Incidenti’

Incidenti stradali: i dati ISTAT per l’anno 2008

lunedì, 23 novembre 2009

incidente_stradaleOgni giorno in Italia si verificano in media 598 incidenti stradali, che provocano la morte di 13 persone e il ferimento di altre 849. Nel complesso, nell’anno 2008 gli incidenti stradali rilevati sono stati 218.963. Essi hanno causato il decesso di 4.731 persone, mentre altre 310.739 hanno subito lesioni di diversa gravità.  La verbalizzazione degli incidenti stradali assume il valore massimo per gli incidenti rilevati dalla Polizia municipale, che opera fondamentalmente all’interno delle città; tale valore rappresenta il 64,9% del totale degli incidenti, mentre le verbalizzazioni rilevate dalla Polizia stradale e dai Carabinieri rappresentano, rispettivamente, il 19,4% e il 15,4% degli incidenti.

(continua…)

Incidenti stradali: il numero degli utenti deboli deceduti è in aumento!

lunedì, 16 novembre 2009

incidenti-biciIl numero dei pedoni deceduti in incidenti stradali è di oltre uno su 10 e purtroppo il loro numero è incredibilmente in aumento. Calano i morti in auto, ma aumentano quelli che muoiono investiti mentre attraversano la strada, camminano o sono fermi ad aspettare l’autobus o vanno in bicicletta. Dal punto di vista dell’età le vittime più frequenti sonon i giovani che hanno meno di 30 anni. La fascia di età tra i 25 e i 29 anni ha il numero di morti più elevato, quella tra i 20 e i 24 anni il numero maggiore di feriti.  L’Ue ha posto come obiettivo una riduzione entro il 2010 del 50% dei morti registrati nel 2000. L’Italia è in grave ritardo; pur tutavia il nostro Paese è all’undicesimo posto nel tentativo di raggiungere l’obiettivo, con un calo del 33% del numero dei morti sulle strada, superiore alla media dell’Unione pari al 31,2% in meno.  I Paesi più virtuosi sono senza dubbio il Lussemburgo (-53,9%), il Portogallo (-52,9%) e la Lettonia (-50,2%). Vicini all’obiettivo sono la Francia (-47,1%), la Spagna (-46,3%) e la Germania (-40,3%). In Romania e Bulgaria le vittime sono addirittura aumentate: in Romania del 22,5% e in Bulgaria del 4,8%.

Incidenti stradali: oltre il 90% si potrebbe evitare!

lunedì, 16 novembre 2009

autoveloxA differenza di quanto si potrebbe pensare, gli incidenti accadono più frequentemente nelle aree urbane. All’interno delle città si registra quasi metà del totale delle vittime della strada, il 43,9%, pari a 2076 morti. I più gravi però avvengono nelle strade extraurbane dove si verificano 5,7 decessi ogni cento incidenti. Paradossalmente le strade più sicure sono le autostrade dove si verificano il 5,7% del totale degli incidenti. Il che significa che le cause di incidenti non sono legati tanto all’alta velocità quanto a comportamenti scorretti e a distrazione, anche per aver assunto alcol o sostanze stupefacentiOltre il 90% si potrebbe evitare.

E se riducessimo le auto in giro?

martedì, 13 ottobre 2009

tipologia_veicoli_coinvoilti_2008resize

A leggere la torta relativa alla tipologia di veicoli coinvolti in incidenti stradali a Pescara nell’anno 2008, viene da chiedersi: ma se riducessimo il nunero delle auto in giro, cosa accadrebbe? Meno automobili coinvolte? Meno incidenti? I dati sono diffusi dalla Polizia municipale direttamente sul proprio sito web, alla pagina infortunistica, e stanno chiaramente ad illustrare qual è la composizione del traffico urbano nelle vie cittadine.

(continua…)

Ciclisti: secondo l’Asaps, in Italia un morto al giorno

lunedì, 11 maggio 2009

asapsAvete presente il numero dei ciclisti che partecipano al Giro d’Italia e quelli che fanno il Tour De France? Immaginate un maxi incidente in cui muoiano tutti di colpo. E’ questa la tragedia che ogni anno si consuma sulle strade italiane dove la mancanza di rispetto per chi va in bici da parte di automobilisti e soci (e il poco rispetto del codice da parte di chi pedala) sta assumendo dimensioni preoccupanti.  Ogni giorno infatti in Italia perde la vita un ciclista e 40 sono finiscono in ospedale per ferite più o meno gravi.

(continua…)

Gli incidenti degli altri ci riguardano: tutti!

lunedì, 6 aprile 2009

L’incidente fa sempre una certa impressione, soprattutto quando non si è coinvolti. Quando ci capita, invece il sentimento è ovviamente diverso. Quando riguarda gli altri, ma altri abbastanza lontani (nè  parenti, nè amici e neanche  conoscenti) apparentememte non si perde niente, non si è danneggiati. E’ quasi come guardare una televisione ad alta definizione: sembra di starci dentro, ma ne sei fuori. Invece oggni incidente è un ammonimento, è un evidenziatore che in quel momento passa su quella scena in modo che possiamo vederla bene e ricordarcene, soprattutto per evitarla. Questi sono i sentimenti che forse colpiscono insonsciamente le persone quando assistono e spesso indugiano nell’assistere ad un “sinistro”.