Archivi per la categoria ‘Davanti scuola’

Via Prati: la scuola con i paradenonali

lunedì, 8 giugno 2009

Dopo i marciapiedi e l’illuminazione, a rendere più sicura via Prati, ed in particolare l’ingresso della scuola elementare Renzetti, arrivano i parapedonali, che seguono un lungo dosso su cui le automobili devono assolutamente rallentare (mentre una bicicletta, per esperienza personale, può transitare senza alcun problema sussultorio). Tutti gialli, in fila, per l’intera lunghezza dell’edificio scolastico. Saranno ovviamente e pienamente in opera al  rientro dei ragazzi dalle vacanze, ma gli insegnanti possono testarli già da ora. Questo intervento segue quello già realizzato davanto la scuola media statale Rossetti.

Traffico e scuole: il senso di un “senso unico a tempo”

domenica, 29 marzo 2009

pedibusA proposito della auto davanti le scuole, ci scrive Giuseppe Ginaldi. Questa la sua proposta: “Prendo spunto dalle foto pubblicate delle auto davanti alla scuola di Via Gioberti per proporre di istituire un senso unico monti-mare, negli orari d’ingresso e di uscita, con attraversamento vigilato della strada parco da parte delle auto per raggiungere Viale Kennedy attraverso Via Gioberti lato mare. Questo permetterebbe di ridurre l’ingorgo davanti alla scuola ed all’incrocio fra V.le Bovio e Via Gioberti. Saluti.

Grazie per la segnalazione ed il suggerimento. E’ indubbiamente uno spunto interessante, anche se ci piace ricordare che in tante altre esperienze sia nazionali che internazionali l’obiettivo è soprattutto evitare che le macchine raggiungano le scuole e  che quindi si fermino nelle sue prossimità;  meglio ancora ,dove possibile, è usare altre modalità di avvicinamento all’edificio scolastico, compreso l’andare a piedi (pedibus).

I figli a scuola: ancora in auto!

lunedì, 23 marzo 2009

Si tratta di una delle tante scuole della città. Orario di ingresso. I genitori portano i ragazzi alla spicciolata. Qualche minuto di osservazione: è facile scattare le immagini che seguono. E’ anche una bella giornata e quindi le condizioni meteorologiche non sono avverse. Però la frequenza delle macchine che si fermano davanti all’ingresso, sulle strisce pedonali, è veramente elevata: una esce ed un’altra entra. Meno evidente, per ovvie ragioni di ingombro, ma comunque rilevato, l’accompagnamento con la bicicletta.